STRUMENTI PER L'ANALISI ACQUE

(D.LGS. 31/01)

La FT Consulting propone una vasta gamma di analisi per tutte le tipologie di acqua (potabile e reflua).
Oltre ad analisi chimiche e microbiologiche di acque di scarico, superficiali e potabili ed al confronto dei valori riscontrati in laboratorio con la normativa vigente (D.Lgs. 31/01 e s.m.i., D. Lgs. 152/06, ecc.), si esegue la ricerca di microinquinanti quali pesticidi, metalli pesanti, arsenico, idrocarburi policiclici aromatici, policlorodibenzodiossine, furani...

Tali sistemi di monitoraggio devono applicati da tutti i Titolari, i Responsabili della gestione, gli Amministratori (ovvero coloro che hanno disponibilità giuridica) delle strutture, degli impianti e/o degli edifici in cui l'acqua è fornita al pubblico o a condomini: in base al D.Lgs. 31/01 questi hanno l'bbligo di garantire che le caratteristiche di qualità (o potabilità) dell'acqua, fornita dal gestore del Servizio Idrico nel punto di consegna (per punto di consegna deve intendersi il contatore), siano mantenuti inalterati fino al punto di prelievo.

In altre parole, tutti coloro che hanno disponibilità giuridica sugli impianti idrici (Condomini, attività aperte al pubblico, ecc...) sono responsabili del degrado delle caratteristiche qualitative delle acque (nel caso di acqua potabile), se la causa risiede tra il contatore e il punto di prelievo (in genere il rubinetto).

Alcuni punti critici di controllo sono rappresentati da:

  1. Rubinetti utilizzati per il prelievo di acqua da destinare al consumo umano;
  2. Cisterne, serbatoi o vasche di stoccaggio, nel punto in cui l'acqua fuoriesce o viene prelevata;
  3. Acque d'impianto a rischio Legionella, nei punti critici in cui è più probabile il proliferare del batterio;
  4. Acque utilizzate nelle Industrie Alimentari, nel punto in cui sono utilizzate durante le fasi di lavorazione dei prodotti.

 

Privacy & Cookie | Design by FT Consulting 2017 | P. IVA 12708531004 - REA 1394598