RLS PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza

Il RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza), è la figura eletta in Azienda avente il compito di rappresentare i lavoratori per quanto concerne la Sicurezza nei Luoghi di Lavoro.
Il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza ha, sostanzialmente, quattro diritti fondamentali:

  1. Diritto all'informazione;
  2. Diritto alla formazione;
  3. Diritto alla partecipazione;
  4. Diritto al controllo.

Per l'esercizio di tali diritti è necessario che il RLS:

  1. Abbia libero accesso ai luoghi di lavoro;
  2. Venga consultato preventivamente e tempestivamente, in ordine all'organizzazione, programmazione ed attuazione delle attività di prevenzione nell'azienda o nell'unità produttiva in cui opera;
  3. Possa interloquire anche sulla scelta degli addetti al servizio di prevenzione;
  4. Sia informato dei rischi derivanti tanto dalle macchine, dagli impianti, dagli ambienti e dall'organizzazione del lavoro che dall'uso di sostanze e preparati pericolosi;
  5. Possa venire a conoscenza delle prescrizioni degli organi di vigilanza;
  6. Possa formulare osservazioni nel corso di eventuali visite ispettive e possa, più in generale, avanzare proposte di adozione di misure di prevenzione idonee alla tutela della salute e dell'integrità fisica dei lavoratori;
  7. Possa partecipare alle riunioni periodiche sulla sicurezza (ai sensi dell'art. 35 del D.Lgs. 81/08);
  8. Riceva un'adeguata formazione specifica aggiunta;
  9. Si rivolga alle autorità competenti per sollecitare il loro intervento, qualora ritenga che le misure di protezione adottate siano insufficienti.

 

Il diritto di accesso ai luoghi di lavoro e quello di ricevere o attingere informazioni dettagliate sui rischi presenti in azienda, ha lo scopo di permettere ai RLS di elaborare e formulare (con cognizione di causa) proposte e programmi di miglioramento delle misure di prevenzione, e di informare i lavoratori sui livelli di sicurezza presenti in azienda.

Nelle aziende fino a 15 dipendenti il RLS viene eletto all'interno dell'organizzazione stessa senza l'obbligo di avvalersi delle liste sindacali. Per aziende con più di 15 dipendenti il RLS deve essere scelto tra i rappresentanti sindacali.

Il RLS riceve una formazione specifica aggiunta (ai sensi dell'art. 37 del D.Lgs. 81/08) della durata di 32 ore da svolgersi in aula o interamente in modalità FAD, poiché pienamente conforme alla normativa in materia di formazione.

Ha l'obbligo, inoltre, di un aggiornamento periodico, la cui durata non deve essere inferiore a 4 ore annue per le imprese che occupano dai 15 ai 50 lavoratori e a 8 ore annue per le imprese che occupano più di 50 lavoratori.


  1. Modulo 1: Giuridico - Normativo;
  2. Modulo 2: Gestione ed Organizzazione della sicurezza;
  3. Modulo 3: Individuazione e valutazione dei rischi;
  4. Modulo 4: Comunicazione, formazione e consultazione dei lavoratori.

L'attestato di frequenza e superamento della prova di verifica prevede i seguenti contenuti minimi, nel pieno rispetto delle richieste di legge del nuovo Accordo Stato Regioni:

  1. Indicazione del soggetto organizzatore del corso: FT Consulting in base alla convenzione con EFEI, Ente Bilaterale per la formazione, ed Organismo Paritetico;
  2. Normativa di riferimento;
  3. Dati anagrafici e profilo professionale del corsista;
  4. Specifica tipologia di corso seguito (con settore di riferimento e monte ore frequentato);
  5. Periodo di svolgimento del corso;
  6. Firma del soggetto organizzatore del corso.

La formazione dei Rappresentanti dei Lavori per la Sicurezza sul Lavoro può essere svolta interamente in modalità FAD (o e-Learning) dopo la registrazione ed il login al portale della FT Consulting.
Poichè pienamente conforme alla normativa in materia di formazione.

 

Privacy & Cookie | Design by FT Consulting 2017 | P. IVA 12708531004 - REA 1394598